Log in

IN TRAPPOLA LA BANCA ! AZIENDA CONTROLLA CONTO CORRENTE !

December 30, 2015 by guest

Senza ombra di dubbio uno dei metodi più efficace per mettere in difficoltà una banca è quello di sottoporla ad un serrato controllo. Oggi esistono vari professionisti capaci di effettuare conteggi econometrici al fine di comprendere cosa sia dovuto e cosa no, ma è comunque necessario prestare molta attenzione alla scelta del professionista, l’ avvocato o il commerc...

Leggi tutto

Associazione D.E.C.I.BA incredibile successo

December 28, 2015 by guest

L’anno 2015 per l’associazione DECIBA rappresenta l’anno del successo, l’informazione profusa dal gruppo ha raggiunto milioni di persone. Grazie alle collaborazioni di blogger e gruppi social network abbiamo raggiunto i 30 milioni di contatti settimanali e i nostri Video hanno ottenuto fino ad 1 Milione di visualizzazioni. ...

Leggi tutto

BANCA ETRURIA : VIOLAZIONE DELLA COSTITUZIONE DA PARTE DEL GOVERNO

December 22, 2015 by guest

Tutta l’Unione europea è in radicale contrasto con la nostra costituzione economica.Intanto il principio del libero mercato e quello della concorrenza, dogmi fondamentali dell’Unione europea, contrastano con il principio della programmazione economica, costituzionalmente stabilito. La norma fondamentale della nostra costituzione economica, quella che è stata chiamata ...

Leggi tutto

Associazione D.E.C.I.BA incredibile successo

L’anno 2015 per l’associazione DECIBA rappresenta l’anno del successo, l’informazione profusa dal gruppo ha raggiunto...

Leggi tutto

Grecia, occhi alle mosse della BCE. Europa in recupero, Milano sale dello 0,8%

  • Pubblicato in News

Spread sui 160 punti dopo asta Tesoro, rimbalzo della Borsa di Tokyo

Le Borse europee sono in netto recupero a metà giornata e quindi la cosa sta a significare che Tsipras starebbe riconsiderando l'offerta di Juncker. Ad allungare è soprattutto Milano con il Ftse Mib che sale dello 0,8%. A seguire Madrid (+0,78%) mentre si mostrano più caute la capitale della Francia (+0,04%) e Francoforte (+0,05%). Tra i principali listini l'unica in negativo resta Londra (-0,33%).

Lo spread tra il Btp e il Bund tedesco oscilla intorno ai 160 punti base (159) dopo l'asta del Tesoro. Il tasso sul decennale è al 2,37%.

Seduta in calo, anche se si tratta di un calo contenuto e con evidenti oscillazioni, sulle Borse in Europa sempre tenendo d'occhio la situazione ellenica. Un'altalena che gli operatori prevedono continuerà anche nelle prossime ed imminenti sedute. Londra cede l'1,05%, Parigi l'1,33%, Francoforte l'1,26%, Milano torna in ribasso lasciando sul terreno lo 0,79 per cento. Secondo le banche d'affari le prospettive di crescita economica e sugli utili sono positive e gli investitori pronti a entrare sui mercati.

Molto meglio invece le borse in Oriente che guardano agli sviluppi della crisi debitoria della Grecia. "Tutti gli occhi sono puntati sulla Bce che ha l'arma del suo programma di Qe il quale potrebbe stabilizzare le cose". Tokyo ha guadagnato lo 0,63%, Hong Kong l'1,43% e Sidney lo 0,67 per cento.

La Borsa di Tokyo, all'indomani del tonfo (-2,88%) legato strettamente al rischio di default e di uscita della Grecia dall'Eurozona, trova un mini rimbalzo e termina a +0,63%. L'indice Nikkei recupera 125,78 punti, a quota 20.235,73 e sui massimi intraday. Gli investitori hanno mostrato una buona propensione all'acquisto sui listini azionari nipponici malgrado le pesanti perdite registrate in Europa e Usa. A New York i cali sono stati però inferiori alle attese, aiutando a riportare una certa fiducia sui mercati giapponesi.

L’Euro invece è parso in lieve calo all'avvio dei mercati. La moneta unica, che ieri era partita in forte ribasso salvo poi chiudere in rialzo, è scambiata a 1,1187 sul dollaro (-0,4%). Fra gli operatori c'è la convinzione che l'azione della Bce sarà in grado di contenere gli effetti derivanti dal peggioramento della situazione della Grecia.