Log in

IN TRAPPOLA LA BANCA ! AZIENDA CONTROLLA CONTO CORRENTE !

December 30, 2015 by guest

Senza ombra di dubbio uno dei metodi più efficace per mettere in difficoltà una banca è quello di sottoporla ad un serrato controllo. Oggi esistono vari professionisti capaci di effettuare conteggi econometrici al fine di comprendere cosa sia dovuto e cosa no, ma è comunque necessario prestare molta attenzione alla scelta del professionista, l’ avvocato o il commerc...

Leggi tutto

Associazione D.E.C.I.BA incredibile successo

December 28, 2015 by guest

L’anno 2015 per l’associazione DECIBA rappresenta l’anno del successo, l’informazione profusa dal gruppo ha raggiunto milioni di persone. Grazie alle collaborazioni di blogger e gruppi social network abbiamo raggiunto i 30 milioni di contatti settimanali e i nostri Video hanno ottenuto fino ad 1 Milione di visualizzazioni. ...

Leggi tutto

BANCA ETRURIA : VIOLAZIONE DELLA COSTITUZIONE DA PARTE DEL GOVERNO

December 22, 2015 by guest

Tutta l’Unione europea è in radicale contrasto con la nostra costituzione economica.Intanto il principio del libero mercato e quello della concorrenza, dogmi fondamentali dell’Unione europea, contrastano con il principio della programmazione economica, costituzionalmente stabilito. La norma fondamentale della nostra costituzione economica, quella che è stata chiamata ...

Leggi tutto

Associazione D.E.C.I.BA incredibile successo

L’anno 2015 per l’associazione DECIBA rappresenta l’anno del successo, l’informazione profusa dal gruppo ha raggiunto...

Leggi tutto

Pena Equa per le banche

  • Pubblicato in News

Commento del Presidente Associazione D.E.C.I.BA Gaetano Vilnò

I giudici finalmente si allineano alla logica dei fatti,nel Convegno di Riccione 2016 ho espresso questo problema,se la banca commette illeciti o reati deve non solo pagare quanto rilevato ma una penale equa . Complimenti al Dott. Giorgio Bertola per aver iniziato una trafila di sentenze che punisco le banche e danno il giusto risarcimento a chi decide di chiedere i propri diritti .

Controllate i vostri conto correnti ,Mutui ,Leasing.

www.deciba.it

www.deciba-professional.it

La Giurisprudenza ha iniziato, finalmente, a prendere in considerazione il delicato tema del risarcimento del danno non patrimoniale derivante dalla illegittima applicazione di interessi usurari.

Proprio in questi giorni il Tribunale di Padova, II Sez. Civ., con Sentenza n. 833/2016 (Estensore Dott. Giorgio Bertola) ha condannato la banca al risarcimento del danno non patrimoniale in favore di una impresa, alla quale erano stati applicati interessi oltre il Tasso soglia Usura con conseguente illegittima segnalazione alla Ce.Ri. . 

Il Giudice ha statuito che l’istituto di credito dovrà pagare a titolo di risarcimento del danno una somma che – in via equitativa -  è stata quantificata in misura pari al doppio degli interessi usurari applicati al correntista.

La pronuncia offre l’occasione di riflettere sulla circostanza, spesso sottovalutata, che l’usura è potenzialmente lesiva dei principi costituzionali della libertà di autodeterminazione e della libertà d’impresa, scolpiti negli artt. 13 e 41 Cost. . Dunque, la banca non può essere tenuta a restituire solo gli interessi usurari illegittimamente praticati, in quanto tale comportamento contra ius genera certamente delle conseguenze devastanti che esigono la giusta attenzione.

L’imprenditore vittima dell’usura, a maggior ragione se illegittimamente segnalato in Centrale Rischi per un debito in realtà inesistente, si trova nella oggettiva impossibilità di progettare liberamente le proprie scelte d’investimento e dunque di espandersi.

Tale pregiudizio merita sicuramente un equo ristoro. 

Commento finale Avvocato Luca Barone esperto in diritto bancario