Log in
  • DECIBA "BANCHE FORTI PER LA NOSTRA IGNORANZA "

     

     

     

    La  percezione della banche è distorta,queste le parole del Presidente DECIBA Dott.Gaetano Vilnò  ritenuto fra i massimi esperti nel settore  illeciti bancari. Deve cambiare necessariamente la visione che tutti noi abbiamo,la banca è solo una società privata che come mestiere  presta soldi e propone investimenti,niente più e niente meno,eppure la percezione che abbiamo è completamente sbagliata. Alcuni pensano che il direttore di banca sia un'amico,altri pensano che sia impossibile opporsi alla banca,altri hanno un'atteggiamento di reverenza,tutto questo è sbagliato,la banca è solo un fornitore di servizio che lavora per noi . 

    Parliamo di banche ma possiamo ampliare il discorso a tutti i grandi "poteri" ma l'arma migliore è la cultura,sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato ci rende liberi da sempre,purtroppo  la sottomissione psicologia non ti fa vedere la giusta strada .  Le banche ogni giorno risarciscono denaro,accettano transazione,negoziano,gli illeciti o addirittura reati che competono sono all'ordine del giorno,l'unico modo per capire meglio p fare un'accertamento e successivamente attaccare. Gli argomenti sono mille,conto correnti,mutui,leasing,diamanti,derivati,garanzie,azioni subordinate ecc ecc,ogni argomento può avere anomalie tali da poter ricevere risarcimenti clamorosi. Tutte le aziende con un fido dovrebbero controllare se la banca ha fatto tutto corretto,eppure non accade,non accade per cultura e non accade per la paura che la banca si arrabbi e possa togliere fidi o chissà quale altra fantasia. Nella realtà accade che quando la banca sbaglia paga,la grande forza è l'ignoranza,paura e dubbi sono i migliori amici delle lobby da sempre,controllare la banca è un diritto che può cambiare completamente l'economia di aziende e famiglie . 

    Ulteriori informazioni  www.deciba.it 

    Settore professionale www.deciba-professional.it  

  • DECIBA A QUINTA COLONNA MEDIASET "VOGLIAMO SOLUZIONI "

    Lunedi 24 Ottobre 2016 lo staff D.E.C.I.BA sbarca a Mediaset 

     

    L'attenzione mediatica per l'argomento banche ed Equitalia è sempre molto bassa,purtroppo i grandi Media tendono a cercare disperazione piuttosto che soluzioni,fortunatamente in Italia ci sono gruppi professionali e Associazione che grazie ai risultati eclatanti riescono ad essere invitati. 

     

    Lo stile della trasmissione dettata dal presentatore Paolo Del debbio è sempre uguale,cerchiamo disperati. I format televisivi sono tutti simili fra di loro,testimonianza della persona disperata e la ricerca di qualche urla e lacrima che renda il tutto emozionale. 

     

    DECIBA nel campo del controllo illeciti bancari vanta risultati enormi,eppure nessuno nè parla. 

    Qui potete verificare i risultati e mansioni www.deciba.it 

     

    Ieri sera l'argomento era Equitalia,in molti non sanno le possibilità di difendersi e quando il Vice Presidente Stefano Nicoletti ha tentato di spiegare le procedure di controllo il presentatore non ha concesso neanche 15 secondi . 

    qui potete trovare tutte le informazioni per difendersi da Equitalia www.dicie.it 

     

    Il Gruppo DECIBA spesso viene invitato a parlare in televisione ma il format è sempre uguale "portate disperati non soluzioni " 

     

    Questo video del Presidente DECIBA Gaetano Vilnò dovrebbero guardarlo tutti 

    <iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/VyCCVX55mzs" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

     

    L'informazione ci salverà la vita non la disperazione 

     

     

  • DIFENDERSI DA EQUITALIA IN 1 MINUTO IL TUTORIAL

     

     

     

     

     

     

    Un Minuto spiegato come difendersi da Equitalia 

     

    Ulteriori informazioni  

    www.dicie.it

    www.deciba.it 

     

    <iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/4nvdUB-jI5c?ecver=1" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

     

    https://youtu.be/4nvdUB-jI5c

     

     

    Cartelle Equilatia: nulle se manca l’esatto calcolo degli interessi applicati.

    Nell’ultimo periodo Equitalia sta notificando una serie di cartelle esattoriali, la maggior parte delle quali sono nulle sia perché sono prescritti i crediti posti alla base della cartella (multe, bollo auto, etc.) sia perché non vi è l’esatto calcolo degli interessi applicati, ovvero manca la percentuale di interessi e dei criteri di calcolo.

    Innanzitutto è necessario chiarire che qualsiasi creditore, come ad esempio nel nostro caso Equitalia, che richieda in pagamento anche gli interessi deve obbligatoriamente specificare i criteri di calcolo effettuati e il tasso di interesse applicato ogni anno.
    Tale principio è stato sancito dalla Suprema Corte, la quale ha chiarito che: «le intimazioni di pagamento riportano l‘ammontare complessivo sia degli interessi che dei compensi» (Cass. Civ. n. 4516 del 21.03.2012).

    Con la predetta pronuncia, la Corte ha confermato la decisione emessa dalla Commissione tributaria regionale, annullando la cartella di pagamento in quanto: «nella cartella viene riportata solo la cifra globale degli interessi dovuti, senza essere indicato come si è arrivati a tale calcolo, non specificando le singole aliquote prese a base delle varie annualità che nella fattispecie, vale sottolinearlo, essendo l’accertamento riferito all’anno d’imposta 1983, sono più di 23 anni calcolati. 

    L’operato dell’ufficio era ricostruibile attraverso difficili indagini dovute anche alla vetustà della questione che non competevano al contribuente che vedeva, così, violato il suo diritto di difesa»
    Come ha chiarito la recente Giurisprudenza, il calcolo degli interessi effettuato da Equitalia deve seguire il tasso di interesse, o meglio le aliquote imposte dalla legge le quali vengono aggiornate ogni anno.
    Il tasso degli interessi di mora, ovvero quegli interessi che vengono applicati da Equitalia quando una cartella di pagamento viene pagata con un ritardo superiore a 60 giorni, è stabilito annualmente da decreto del Ministero delle Finanze sulla base della media dei tassi attivi indicati da Banca d’Italia (in particolare dal 15.05.2015 è pari ad 4,88% e più o meno è lo stesso dal 2011).

    È requisito indispensabile per la validità della cartella che la stessa indichi la data di consegna del ruolo; infatti, in assenza di tale indicazione la cartella è viziata poiché il contribuente non è messo in condizione di verificare la correttezza del calcolo degli interessi dovuti dal giorno della scadenza del pagamento fino a quello in cui, appunto, il ruolo è consegnato a Equitalia.

    La questione degli interessi e degli aggi non è una questione da poco: ormai è usura di Stato.
    Infatti, nonostante dal primo gennaio 2014 gli interessi legali siano pari all’1%, Equitalia pretende il 4,5 % di aggio se si paga nei 60 giorni e 9 % (ridotto a 8 %) se si paga oltre i 60 gg, ex art. 17 D. Lgs 112/99.
    Saranno pari al 4,5504 % su base annua, invece che al 5,0243 %, gli interessi di mora per chi paga dopo 60 giorni.

    I nuovi interessi verranno applicati da ottobre 2012, partendo dalla data di notifica fino alla data dell’avvenuto pagamento, così come disposto dall’art 30 del D.P.R. n. 602/73.
    Dunque, la cartella di pagamento, notificata da Equitalia, è nulla se i criteri di calcolo degli interessi non sono indicati in modo chiaro, ovvero se non viene esplicitato il metodo di calcolo utilizzato in modo chiaro e trasparente; questo a garanzia del contribuente che deve essere messo in condizione di poter conoscere cosa paga e perché paga.

    Nel caso in cui la cartella esattoriale non indichi l’esatto calcolo degli interessi è nulla ed è possibile ricorrere al Giudice competente (Giudice tributario nel caso vi siano pretese tributarie: bollo auto, TARSU, etc o Giudice di Pace nel caso in cui sono in contestazione violazioni al Codice della Strada, ovvero le multe).

    Per impugnare la cartella è necessario effettuare un conteggio ad opera di un tecnico del settore (avvocato, commercialista) che dovrà verificare se il calcolo degli interessi risponde ai predetti requisiti legali.
    La nostra associazione ha uno staff di consulenti che si occupa esclusivamente dei ricorsi avverso le cartelle esattoriali.

    Puoi effettuare un controllo della tua cartella contattando www.dicie.it www.deciba.it 

  • DIRITTO BANCARIO “MASSIMO ESPERTO ITALIANO ” GAETANO VILNO’ L’INTERVISTA

     
     
     
    fonte:
     
     

    Ce ne sono oggi in Italia di avvocati,commercialisti,società,associazione, che fanno cause contro le banche, non sempre vincono, ma non esiste nessun avvocato al di fuori dei professionisti che collaborano per il DECIBA , che sia riuscito ad ottenere il blocco di un’asta giudiziaria o che sia disposto a richiedere il risarcimento sulla base del pignoramento dei beni già venduti all’asta. Si tratta, in parole povere, di una strategia legale assolutamente nuova e mai percorsa prima in Italia. La loro azione e i risultati raggiunti hanno davvero qualcosa di rivoluzionario, per questo abbiamo incontrato Gaetano Vilnò, presidente di Deciba, per fargli qualche domanda:

    Quale è il vostro segreto ? 

    Siamo un gruppo di persone molto preparare,matematici,esperti bancari,avvocati,questi tre elementi fanno la differenza nel risultato finale . Il Segreto è il gruppo . 

    Una recente intervista lei fa un’affermazione molto forte “anello debole gli Avvocati” 

    Confermo,possono essere l’anello debole o l’anello di forza,per ora ho visto molta arroganza e poca sostanza,in questo campo bisogna essere molto preparati,tentare a spese del cliente è deleterio . 

    Cosa si sente di consigliare ? 

    Tre cose dico sempre,INFORMATEVI,PREPARATEVI,AGITE. 

    Ringraziamo il Presidente DECIBA Dott.Gaetano Vilnò dicono che lei è molto rigido è vero ? 

    Dipende,mi interessa vincere non i giudizi di chi ho messo alla porta,se rigidità vuole dire pretendere il massimo da tutti allora si son rigido . 

    Perché riuscite in “mission impossibili ” 

    In parte ho già risposto,il nostro gruppo è formato da persone molto serie,lo scopo è la continua evoluzione,non ci interessa molto fare PROMO privi di sostanza,noi vinciamo con i fatti,la nostra selezione parte sia dai professionisti che i clienti,parliamo sempre chiaramente,i nostri clienti sono nostri collaboratori,noi vogliamo persone informate.

    Cosa lo ha convinto ad iniziare questo percorso coraggioso contro le banche?

    Come spesso accade per una questione personale,poi purtroppo per la banca ha creato un nemico infinito,il mio intento è vincere,per questo scopo ogni giorno formo persone e portiamo a casa grandi risultati . 

    Perché le persone non controllano la banca ? 

    Credo siano tre motivi sostanziali,ignoranza,paura,denaro,superati questi ostacoli la strada è spianata,purtroppo l’elemento ignoranza e pausa sono sempre stati forti elementi inibitori .

     

    Perché ci sono persone che vincono e persone che perdono contro la banca ?

    Come tutti i mestieri ci sono quelli bravi e quelli meno bravi 

    Che tipo di persone possono rivolgersi a voi?

    Tutte le persone che abbiamo la curiosità di controllare la banca,Mutui,Leasing,Conto Correnti,ogni prodotto bancario può avere anomalie,parliamo di Milioni e Milioni di Euro in ballo,l’unica differenza è l’informazione . 

    Mi scusi ma non dovrebbero essere Commercialisti Aziendali e Avvocati a proporre questa opportunità?

     

    Appunto,sono professioni diversi,controllare la banca è altra cosa,ci vogliono professionisti specifici.

    VIDEO MOLTO INTERESSANTE

    <iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/A5HcpSyrU7E?ecver=1" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

    Per avere ulteriori informazioni

    www.deciba.it

  • Il vero pericolo per le banche si chiama Gaetano Vilnò

     

    Il vero pericolo per le banche si chiama Gaetano Vilnò ,18 anni di successi ,milioni di persone raggiunte attraverso il web,infomrazione e capacità professionale . In Italia ci sono molte società "esperte in diritto bancario " ma pochi ottengono i risultati deciba www.deciba.it . 

     

    I primi in Italia a sospendere per usura bancaria un pignoramento qui la R.A.I Nè parla al TG3

     

    http://www.disinformazionebancaria.it/2755/la-stampa-tassi-usurari-raddoppiati-i-contenziosi-articolo-vergogna-pro-banca.html

     

    qui il video https://youtu.be/odHis9NRoi8

     

    In questa foto mostra le sentenza di annullamento di fideiussioni ,infatti anche questa volta fra i primi in Italia ad aver fatto sospendere un decreto ingiuntivo per annullamento della fideiussione 

    Qui potete trovare la sentenza e l'articolo   https://deciba.it/deciba-blocca-pignoramento-per-fideiussione-nulla/

     

    Conoscere il DIRITTO BANCARIO è di fondamentale importanza,in questo video il Presidente D.E.C.I.BA spiega il rischio di fallimento delle attività che non conosceranno il "sistema bancario " questo interessante articolo confine un video di 11 minuti che tutti dovrebbero vedere .  

    http://www.disinformazionebancaria.it/3749/le-aziende-falliranno-senza-conoscere-le-banche.html

     

    Le banche dobbiamo conoscerle ed avere il giusto atteggiamento,ad oggi le banche hanno fregato 30 miliardi di euro con svariate truffe e 1 Milione di vittime economiche, un epidemia che non si può più sottovalutare  . 

    Il vero pericolo per le banche è l'informazione,oggi l'ignoranza è una scelta, sicuramente il Presidente D.E.C.I.BA Dott.Gaetano Vilnò può esservi utile ad informavi ed eventualmente agire .

    Vi consigliamo il canale Yuo Tube 

     

    https://www.youtube.com/user/maxvilno/

     

    Pagine facebook

     

    https://www.facebook.com/presidentedeciba/

     

    https://www.facebook.com/Deciba/

     

    Questi strumenti di informazione sicuramente vi saranno utili, affidatevi sempre a persone specializzate, non fate l'errore di rivolgersi a qualsiasi Avvocato e pseudo esperti ,poteste ottenere l'effetto contrario . 

     

    In questi anni molte società e professionisti "esperti" sono spariti ,deciba dopo 18 anni è ancora ben presente . 

     

    Per qualsiasi informazione www.deciba.it 

     

     

  • L'INTERVISTA AD UNO DEI MASSIMI ESPERTI IN DIRITTO BANCARIO

     

    Ce ne sono oggi in Italia di avvocati,commercialisti,società,associazione, che fanno cause contro le banche, non sempre vincono, ma non esiste nessun avvocato al di fuori dei professionisti che collaborano per il DECIBA , che sia riuscito ad ottenere il blocco di un’asta giudiziaria o che sia disposto a richiedere il risarcimento sulla base del pignoramento dei beni già venduti all’asta. Si tratta, in parole povere, di una strategia legale assolutamente nuova e mai percorsa prima in Italia. La loro azione e i risultati raggiunti hanno davvero qualcosa di rivoluzionario, per questo abbiamo incontrato Gaetano Vilnò, presidente di Deciba, per fargli qualche domanda:

    Quale è il vostro segreto ? 

    Siamo un gruppo di persone molto preparare,matematici,esperti bancari,avvocati,questi tre elementi fanno la differenza nel risultato finale . Il Segreto è è studiare e portare  avanti grandi risultati,abbiamo regole precise di Gruppo lavorare e portare risultati.  . 

    Una recente intervista lei fa un’affermazione molto forte “anello debole gli Avvocati” 

    Confermo,possono essere l’anello debole o l’anello di forza,per ora ho visto molta arroganza e poca sostanza,in questo campo bisogna essere molto preparati,tentare a spese del cliente è deleterio . Molti danno colpa a società che vendono perizie ma poniamoci l'unica domanda ragionevole se l'avvocato non è in grado di capire se una perizia e sbagliata o giusta potrà mai vincere contro una banca ? 

    Molti dicono che lei è molto rigido è vero ? 

    Dipende,mi interessa vincere non i giudizi di chi ho messo alla porta,in questi anni abbiamo conosciuto molte persone,il nostro interesse è portare a casa il risultato non essere simpatici,se rigidità vuole dire pretendere il massimo da tutti allora si son rigido . 

    Perché riuscite in “mission impossibili ” 

    In parte ho già risposto,il nostro gruppo è formato da persone molto serie,lo scopo è la continua evoluzione,non ci interessa molto fare PROMO privi di sostanza,noi vinciamo con i fatti,la nostra selezione parte sia dai professionisti che i clienti,parliamo sempre chiaramente,i nostri clienti sono nostri collaboratori,noi vogliamo persone informate.

    Cosa lo ha convinto ad iniziare questo percorso coraggioso contro le banche?

    Come spesso accade per una questione personale,poi purtroppo per la banca ha creato un nemico infinito,il mio intento è vincere,per questo scopo ogni giorno formo persone e portiamo a casa grandi risultati,nove anni di agente in attività finanziaria mi hanno aiutato a comprendere meglio il mondo bancario .  

    Perché le persone non controllano la banca ? 

     

    Credo siano tre motivi sostanziali,ignoranza,paura,denaro,superati questi ostacoli la strada è spianata,purtroppo l’elemento ignoranza e paura sono sempre stati forti elementi inibitori . Oggi il cittadino ha solo due scelte,controlla la banca oppure sarà il perfetto contrario. Oggi a differenza di 8 anni fa quando ho iniziato questa specializzazioni sono molti di più le persone informate in questo settore ,purtroppo ignoranza e mala informazionie sono i migliori amici delle banche . 

     

    Cosa consiglia ? 

     

    Controllate Mutui,Leasing,Conto correnti e qualsiasi prodotto finanziario,senza paura che la Legge esiste e funziona . 

     

    ulteriori informazioni www.deciba.it 

  • USURA NEI CONTRATTI BANCARI ,LA DENUNCIA DI DECIBA

    Il credito riveste sempre più un ruolo centrale nella vita di famiglie e imprese,ma per evitare di prendere decisioni sbagliate,sovraindebitarsi e sottoscrivere contratti ad alto rischio o con tassi di usura occorre avere una adeguata conoscenza dei prodotti finanziari. Attraverso la nostra attività di controllo e consulenza dei prodotti finanziari ha affermato il Presidente Nazionale  D.E.C.I.BA Dott.Gaetano Vilnò situazioni illegittime che mettono in risalto innumerevoli illeciti e reati commessi dalla banca. Le violazioni rilevate più frequenti sono Usura e indeterminatezza per quanto riguarda Mutui,Lesing,Prestiti,per poi passare al famoso Anatocismo che appartiene al mondo dei conto correnti affidati . A fronte di controlli econometrici DECIBA www.deciba.it ha stabilito che il 70% dei contratti sotto accertamento contengono illeciti o reati,l'articolo 1815 cc stabilisce  che nel caso di superamento tasso soglia usura il contratto diventa gratuito. In parole semplici viene restituiti il solo capitale e non gli interessi. La materia è specifica e richiede una preparazione adeguata,attualmente troppe persone improvvisate hanno intrapreso il diritto bancario creando l'effetto contrario,perdere la causa. Il Presidente DECIBA Gaetano Vilnò assicura  che la Legge funziona ed è giusto chiedere i propri diritti,la maggior parte delle cause perse sono per errori professionali. Avvocati,Periti,consulenti,Associazioni,Caf,paradossalmente abbiamo visto che sono proprio  loro a commettere gli errori più eclatanti. Un aspetto interessante è la negoziazione,quando la banca comprende di avere torto spesso accetta di transare senza necessariamente andare in causa,accade il perfetto contrario quando ci sono perizie sbagliate o professionisti che propongono alla banca diritti non dovuti. Fate causa alla banca ma accertatevi che il vostro professionista sia preparato nella materia . 

     

    Ulteriori informazioni www.deciba.it