Log in
  • DECIBA: CONTROLLARE LA BANCA CON LA GIUSTA COMPETENZA

     

    In Italia sono molteplici le società, i professionisti e le associazioni che si occupano di eseguire accertamenti su conti correnti e mutui, ma la differenza la farà affidarsi ad un gruppo serio, la giusta scelta farà la differenza fra vincere e perdere l'eventuale causa. 

     

    Abbiamo chiesto al gruppo DECIBA le procedure per eseguire mirati accertamenti 

     

    L'importanza di affidarsi a professionisti seri è basilare. In questi anni sono nate innumerevoli società, molte delle quali elargiscono illusorie promesse comportanti altrettante delusioni. 

     

    Contro la banca ci sono plurime possibilità che vanno dal trovare una soluzione stragiudiziale transando, all'intraprendere una causa legale. Di basilare importante è il modus operndi.

     

    DECIBA vanta risultati molti importanti, in Rai così come in Mediaset hanno più volte riportato i successi del Gruppo, dalle sospensione di pignoramenti a imponenti risarcimenti. La principale regola che vale per tutte le professioni vale anche in questa realtà , e cioè serietà, professionalità ed etica. 

     

    Oggi aziende e privati hanno l'opportunità di ottenere risarcimenti importanti, se un mutuo supera il tasso soglia alla stipula del contratto, la banca dovrà restituire tutti gli interessi versati. Inoltre nel caso il mutuo sia ancora in corso, altre al recupero di cui sopra, gli interessi futuri non andranno pagati. Proviamo a pensare ad un mutuo di 30 anni, solitamente, quasi la metà della somma da rimborsare è costituito di interessi. 

     

    Questo video spiega come controllare  la banca 

     

    <iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/au0x7VR4aUA" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

     

     

    Per i conti correnti aziendali sono da tenere in grande considerazione quelli con affidamenti o con saldo a buon fine. Quando il cliente ha usufruito di questo servizio è molto probabile che la banca abbia commesso errori. 

     

    La domanda più frequente che il risparmiatore si pone è "se effettuo un controllo nei confronti della banca poi creo conflitto  ? ". Questo purtroppo rientra nei luoghi comuni, poiché se la banca sbaglia, paga come qualsiasi altra azienda. 

     

     

    In questo settore la grande differenza la fa com più volte sottolineato la professionalità.

    Per approfondire le informazioni sono reperibili su www.deciba.it

  • IL METODO "SI VAX" NON FUNZIONA GREEN PASS 12 MESI COPERTURA 4/6 MESI DEMENZA IN CORSO

    GREEN PASS 12 MESI COPERTURA 4/6 MESI DEMENZA IN CORSO

     

    Ormai i dati sono chiari,la terapia genica ha rischiai famoso principio precauzionale è

     

    andato perso insieme alla DEMOCRAZIA . 

     

    iN VENETO la denuncia di persone vittime di un'infarto dopo la terapia genica, vittime confermate, eppure uno pseudo governo non votato spinge sulla terza dose . Ormai milioni di Italiani confermano di non fidarsi dell'attuale propaganda politica SI TERAPY e la terza dose difficilmente avrà successo . 

     

    Molti sono stati illusi da risolvere il problema "libertà" accettando una compressione sia della logica sia della scienza sia della democrazia, come ormai la storia ci insegna ormai anche i SI VAX sono pieni di dubbi . 

     

    Una Politica scellerata che si approfitta del "potere" mediatico per far propaganda ad un farmaco che ad oggi è ancora in fase sperimentale, una politica non votata che attraverso ricatti immorali sta costringendo in molti ad accettare questioni che in questo momento sono ancora molto pericolose per tanti . 

     

     

    https://www.change.org/p/popolo-italiano-dimissioni-draghi-e-lamorgese appoggiamo la petizione lanciata dal Presidente DECIBA Gaetano Vilnò e vi invitiamo al gruppo telegram  se vuoi seguire le iniziative proposte 

    httt://t.me/gruppogaetanovilno 

     

    Ora sappiamo che l'eventuale copertura e di 4/6 mesi ( anche questo dato è ancora tutto da verificare ) sappiamo che il grenn pass dura 12 mesi ,cosa vogliono fare contagiare e ammalare le persone con questa logica ? Eppure i dati di Israele dovrebbero insegnare che questo metodo non funziona . 

    Sicuramente abbiamo una parte sociale che deve essere necessariamente difesa da questo attacco alla Democrazia,sicuramente abbiamo il dovere di informare le persone adeguatamente, ogni individuo con un minimo di informazione sà perfettamente che il METODO "SIVAX" non funziona e purtroppo in molti non ci sono più per raccontarlo . 

     

     

  • L'INFORMAZIONE LA NUOVA MONETA CONOSCERE LE BANCHE CAMBIA L'ECONOMIA AZIENDALE

     

     

    Gaetano Vilnò Presidente DECIBA è ritenuto fra i massimi esperti in materia bancaria,la dichiarazione è chiara "conoscere le banche cambia l'economia Aziendale " 

    Spesso viene sottovalutato il rapporto bancario,molti credono che tutte le banche siano uguali,nelle Aziende solitamente non esiste una figura in grado di capire se la banca è corretta o meno,ogni anno le banche risarciscono ai correntisti milioni di Euro e nessuno né parla. 

    Oggi conoscere  gli strumenti di negoziazione con la banca può fare la differenza,pensare che un'Avvocato o Commercialista sia in grado di controllare l'operato bancario è un'errore enorme. 

    Vi consigliamo di guardare questo video,in 5 minuti vi aprirà riflessioni molto importanti 

     

    <iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/NZ-RYzNZ9b0?ecver=1" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

    CLIKKA QUI IL VIDEO https://youtu.be/NZ-RYzNZ9b0

     

    Se ogni imprenditore Italiano avesse queste informazioni l'economia Italiana avrebbe una svolta clamorosa,sono ancora molto poche le Aziende che si informano adeguatamente,solitamente l'imprenditore delega i propri professionisti al controllo economico bancario ,purtroppo la maggior parte di questi tendono a non controllare la banca . I motivi sono legati ad ignoranza e incertezza del giudizio,la banca viene percepita come un'entità talmente grande e potente che non potrà mai perdere,eppure la realtà è completamente diversa. Il Gruppo DECIBA ha sospeso aste giudiziarie per usura bancaria e ogni giorno transa e negozia con le banche cifre da brivido,eppure avvocati e professionisti aziendali tendono a tacere su questo argomento,anzi,solitamente rispondo con un.."lascia perdere" Oggi l'imprenditore deve essere informato,deve essere informato sull'operato dei propri professionisti,ricordiamoci che è l'imprenditore a pagare i professionisti  non il contrario. Il segreto è l'informazione ,conoscere il proprio commercialista da 20 anni non è sintomo di aggiornamento professionale,se così fosse tutti controllerebbero le banche . Anatocismo,Usura,Indeterminatezza,ogni giorno le banche pagano risarcimenti,l'informazione è il nuovo denaro . 

    Ulteriori informazioni www.deciba.it www.deciba-professional.it 

  • Mutui Barclays non regolari attiva un controllo

    smascherati – anomali dal 2004 al 2010 in franchi svizzeri

     

     

    I mutui Barclays a tasso variabile con valuta in franco svizzero, però mascherati in euro, per migliaia di famiglie e di aziende si sono rivelati una vera e propria truffa. Venduti come prodotto “forte e sicuro” si sono dimostrati una vera e propria trappola per coloro che, in quegli anni, ne hanno sottoscritto uno.

    DECIBA www.deciba.it invita ad informarsi ed eventualmente fare un'accertamento,nel caso ci fossero irregolarità ci sono possibilità della restituzione degli interessi pagati . 

     

    L’informazione della data di inizio della TRUFFA l’abbiamo presa dal programma televisivo de “La Gabbia” di LA7 che ha realizzato un intervista ad un intestatario di un mutuo Barclays stipulato nell’anno 2004 , e l’anno di “fine della truffa” che è il 2010 (tra virgolette perché chi ha il mutuo ancora in essere è ancora vittima della clausola sottoscritta contestualmente al mutuo) 

     

    Lo stratagemma con cui i funzionari di Barclays hanno venduto a migliaia di questi mutui, oltre 5.500, è stato quello di “suggerire” alla clientela la stipula con moneta elvetica e quindi con un tasso indicizzato al Libor(parametro su cui sono indicizzati anche questa tipologia di mutui in franchi svizzeri), tasso che tra il 2004 e il 2010 era inferiore all’Euribor(parametro su cui sono appoggiati i mutui di tutta l’Eurozona), stimolando ed inducendo  psicologicamente il proprio cliente alla scelta del “tasso più basso” e più sicuro dato che il Franco apparentemente per il consumatore rappresentava una moneta stabile, e quindi ingannandolo.

     

    L’inganno (TRUFFA) nasce dal fatto che il colosso britannico ( ricordiamoci che i furbi non li abbiamo solo in italia), era a piena conoscenza dell’andamento del Libor e CONSAPEVOLE che questo parametro si sarebbe alzato con conseguenti aumenti di rata  che avrebbe gravato sull’eventuale estinzione anticipata del debito con un “naturale”aumento del capitale da restituire spiazzando tutti i titolari dei mutui in oggetto.

     

    Questo video del Presidente DECIBA Gaetano Vilnò spiega quando il Mutuo diventa GRATUITO 

     

    <iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/JvK1kP7rNB8" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

     

    Questo perché in realtà nella clausola di estinzione anticipata del contratto è  presente un metodo di calcolo anomalo che trasforma il mutuo, da prodotto sicuro, in una sorta di derivato, una classica forma di scommessa finanziaria. Nella sostanza con questa clausola  si addossa al mutuatario il rischio di cambio: questa  prevede che  nel caso diestinzione anticipata, il residuo in euro sia convertito in franchi svizzerial tasso di cambio pattuito in sede di stipula del mutuo e, successivamente, riconvertito in euro al tasso di cambio al momento dell’estinzione: una genialata! Un’operazione che rappresenta una puraspeculazione sull’andamento del cambio euro/franco svizzero.

     

    E ora a fare da “apri pista” con un procedimento giudiziale vinto contro Barclays è un associazione dei consumatori spagnola, dimostrando con una solida realtà che quando ci sono le prove concrete di un reato commesso dalla banca, che può essere anche il reato di usura, anatocismo, indeterminatezza, iscrizione alla CRIF irregolare, ecc.,

     

    Si preparano dunque tempi duri per Barclays e tutte quelle banche che hanno fatto sottoscrivere ai propri clienti Europei – che pian piano diventeranno tutti EX-clienti – mutui a tasso variabile indicizzati al franco svizzero o in altre valute con lo stesso metodo.

     

    La richiesta per un eventuale risarcimento consigliamo di affrontarla individualmente visto che i tempi per organizzare una class-action sono peggio dell’inferno di Dante , e questo potrebbe portare ad alcuni di voi alla prescrizione, con la conseguenza di Non poter più esercitare il vostro DIRITTO.

     

    Ulteriori informazioni www.deciba.it