Log in

Stornò fondi per ripianare debiti: condannata una banca

La decisione dell'Arbitro Bancario Finanziario dopo la denuncia di un imprenditore agricolo

La banca non può prelevare fondi da un conto per ripianare debiti dello stesso cliente senza l'autorizzazione del titolare.

Ciò quanto sancito dall'Arbitro Bancario Finanziario – organismo indipendente e imparziale di risoluzione stragiudiziale di controversie introdotto dalla legge 28 dicembre 2005, n. 262 (c.d. legge sul risparmio) cui i clienti di banche e intermediari finanziari possono rivolgersi con reclamo in caso di controversie – il quale ha disposto il reintegro dei soldi stornati nonché una sanzione per l'istituto di credito.

I fatti riguardano un imprenditore agricolo che aveva un conto corrente, un mutuo in regolare ammortamento ed un piccolo deposito di titoli.

Da un giorno all'altro, la banca ha deciso di “intervenire” ed il cliente si è trovato con fido revocato, con i titoli svenduti ed incamerati dalla banca e con richiesta di rientro dell'intero importo del mutuo, in quanto garante di una società in sofferenza, con danni per oltre 50 mila euro!

L'agricoltore dapprima si è rivolto all'istituto chiedendo conto dell’operazione effettuata mediante reclamo e – non essendo pervenuti alla risoluzione della controversie – questo si è attivato legalmente mediante ricorso all'Arbitro Bancario Finanziario contestando alla banca l'illegittimità del comportamento tenuto.

Il collegio giudicante ha riconosciuto la responsabilità dell'istituto, sottolineando che non era legittimata ad operare alcun addebito nel conto corrente e ritenendo tale comportamento come "un’indebita appropriazione di una somma disponibile" (dec. 4484/15).

A seguito dei fatti accaduti, l'imprenditore ha annunciato una richiesta danni per centomila euro.

Nel caso in cui l'intermediario non rispetterà la decisione dell'Arbitro, quest'ultimo pubblicherà il contenuto della decisione con un annuncio sulla stampa e sul sito web dell'Arbitro, permettendo ai cittadini e ai clienti di conoscere il nominativo della banca inadempiente.

 

 

Last modified onFriday, 10 July 2015 10:55

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.