Log in

Un referendum, un potere del popolo ????

Le Borse europee aprono la settimana sotto le vendite dopo l’esito del referendum di ieri in Grecia che ha visto una schiacciante vittoria dei “no” (oltre il 61%).
Di fatto, i cittadini ellenici hanno così respinto le condizioni poste dai creditori internazionali nel piano di salvataggio. Si attende ora una ripresa delle trattative con l’Europa. E proprio per agevolare il raggiungimento di una intesa si è dimesso il ministro delle Finance greco, Yanis Varoufakis. Intanto i mercati rimangono alla finestra in attesa della mossa della Banca centrale europea in tema di liquidità.
Domani è stato invece convocato un meeting straordinario dell’ Eurogruppo. Con queste novità si sono risvegliati i listini continentali che seguono la strada dei ribassi: a Parigi il Cac40 cede l’1,28% a 4.746,91 punti,
il Dax di Francoforte lascia sul terreno l’1,08% a 10.938,90 punti,
anche a Londra, dove il Ftse100 perde quasi l’1% a 6.543,56 punti.
Per quanto riguarda Milano anche Piazza Affari apre in netto calo: l’indice Ftse Mib perde il 2,47% a 21.951,25 punti, dopo circa un’ora dall’inizio delle contrattazioni.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.